A bordo della Diciotti beccati quattro scafisti: “Salvini aveva ragione…

Loading...
loading...

loading...

Loading...

La polizia di Stato ha individuato ben 4 scafisti che si fingevano migranti in cerca di ospitalità, ecco che fine faranno
Ci sono ben 4 scafisti sulla nave Diciotti: la Polizia di stato sta eseguendo proprio in queste ore quattro decreti di fermo nei confronti di tre cittadini egiziani e di uno del Bangladesh, ritenuti i presunti scafisti.Scafisti sulla Diciotti: Salvini aveva ragione
Non sono tutti poveri migranti sulla Diciotti. Ci sono anche scafisti, gli stessi che hanno condotto l’imbarcazione con a bordo gli immigrati poi soccorsi dalla “Diciotti” e sbarcati in Sicilia. I quattro dovranno rispondere davanti alla corte di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di persone, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, violenza sessuale e procurato ingresso illecito.Intanto, presto le carte giudiziarie relative alle indagini su Matteo Salvini, passeranno presto dalla procura di Agrigento a quella di Palermo. Tra due settimane circa dovrebbero essere trasmesse all’apposito tribunale dei ministri che si esprimerà entro un arco di 3 mesi.Cosa accadrà a Salvini se la procura dà ragione ai migranti
Nel caso in cui i giudici decidessero che la procura ha ragione, allora si chiederà l’autorizzazione a procedere contro Salvini. I capi contro di lui? Abuso di potere, arresto illegale e sequestro di persona.Solo con il via libera di Palazzo Madama, dove il leader leghista siede come senatore, si procederebbe contro il ministro. Luigi Di Maio, ritiene con il suo gruppo che Salvini debba rimanere al Viminale anche se indagato. Già hanno espresso, come partito, la solidarietà al vicepremier leghista. Lo stesso vale per Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia e dal leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.Speriamo che presto venga fatta luce sulla vicenda, una luce vera.

fonte  https://www.kontrokultura.it/88958/a-bordo-della-diciotti-beccati-quattro-scafisti-salvini-aveva-ragione/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *