“Un bisogno come qualsiasi altro”. Il prete morente ha confessato con un sorriso che ha abusato dei bambini

Loading...
loading...
loading...

A Verona: “Un bisogno come qualsiasi altro”. Il prete morente ha confessato con un sorriso che ha abusato dei bambini. Nel 2009, 67 persone disabili hanno avuto il coraggio di confessare di essere state abusate dai sacerdoti .

loading…
Erano tutti studenti dell’Istituto Provolo di Verona, che era una scuola per persone sorde.

Alcuni bambini avevano solo pochi anni quando sono stati portati in quel centro.
Un uomo, racconta di essere stato portato in istituto all’età di tre anni. Succedevano cose orribili dietro la porta chiusa, di quell’Istituto. Ancor oggi quando ne parla ha la pelle d’oca oggi. Un altro uomo adulto oggi confida che per la prima volta il prete si è avvicinato a lui, quando aveva 6-7 anni. “Si tolse i pantaloni e cominciò a toccare se stesso e poi me. Questo è esattamente quello che ricordo …”

“Hanno fatto quello che volevano, perché erano certi che non potevamo dirlo a nessuno”
Un altro uomo confessa che in una sola notte si sono avvicendati a turno quattro preti. Lì avrebbero fatto quello che volevano. Hanno penetrato i ragazzi in un modo brutale e animale. Si sono comportati come mostri.

“Quando l’hanno fatto, non potevo nemmeno urlare!
Solo anni dopo, sono riusciti a raccontare tutti ciò che hanno subito. Sfortunatamente, molti dei perpetratori sono morti e il resto dei preti è fuggito in Argentina.

Le accuse più pesanti si sono dimostrate quelle a carico di Don Piccoli. Questo sacerdote, secondo gli uomini, era il più crudele. Permise non solo gli stupri, ma si eccitava maggiormente, quando avvenivano in luoghi sacri o venivano usati oggetti sacri. Il suo luogo preferito, era il confessionale. E là che aspettava nudo i bambini.

Don Piccoli vive come ospite del Vaticano a Negrar, vicino a Verona
Un giornalista, è riuscito a rintracciare il prete. Il malato Don Piccoli era a letto quando il professionista è andato a trovarlo.

L’uomo, aveva una telecamera nascosta nella giacca, ed ha registrato ogni parola di don Piccoli. Gli ha riferito, che poichè nell’Istituto, circolano molte voci su di lui, voleva sentire alla fonte se ciò che si diceva, fosse vero o se era stato inventato da giovani maliziosi. Il prete ha risposto: “ Sì, alcune cose sono vere … C’è molta verità, ma la maggior parte di queste persone è corrotta perché voglio tirarne fuori qualcosa” Il giornalista, alla fine ha posto la domanda sull’abuso sessuale dei bambini. Il prete ha risposto senza esitazione:

“Sì, è vero. C’era un prete-assistente che è tornato negli Stati Uniti perché non ce l’ha fatta. C’era anche un religioso di nome Orso Sergio, che insegnava ai bambini sport. Una volta è successo che i ragazzi si stavano cambiavano i vestiti dopo le lezioni, lui ha chiuso la porta dello spogliatoio, ed ha detto all’assistente di guardarlo, ma lui non è riuscito a farlo (ride). (…) Li ha toccati? Sì, li ha anche toccati in quel momento, è normale. Stava andando bene anche con loro

Loading...

Il prete sul letto di morte, ha fatto i nomi dei preti che hanno molestato i ragazzi: Don Danilo, Spinelli, Don Turati
Il giornalista ha chiesto al prete se ciò che gli uomini raccontano, fosse stata una pratica quotidiana. Il sacerdote ammette che all’epoca lavorava lì, sì. Il giornalista, ha riferito che la cosa oltre la crudeltà della storia,, lo ha scioccato di più è il tipo di leggerezza e il sorriso sulle labbra del PRETE che racconta come i bambini avessero sofferto per colpa di coloro che avrebbero dovuto proteggerli. Poi ha ancora chiesto: “Tutti i sacerdoti che sono stati mandati da Provolo, in Sud America erano pedofili?” e il prete ha risposto: “No, non tutti. Non devi pensare in modo così negativo delle persone. Non tutti erano pedofili”

Durante l’inchiesta, è emerso che nell’istituto, ci sono ancora dei sacerdoti pedofili. Le loro azioni non sono monitorate da nessuno, quindi possono ancora fare ciò che vogliono … Tra loro c’è Don X. che non si aspettava che qualcuno lo contattasse.

Affinché l’intera faccenda, venisse scoperta in toto, il giornalista ha dovuto mentire. Ha detto che era un figlio adottivo dell’Istituto Gresner, che era nelle immediate vicinanze di Provolo ed era gestito da suore. Il prete sembra irremovibile. Ha detto che non è mai stato a Gresner, ma le immagini dicono qualcosa di completamente diverso.

A questo punto, il giornalista gli ha detto, che era stato usato da lui nell’istituto.. Don X. è stato irremovibile e non ha ammesso di essere mai stato lì. Tutto è cambiato con la testimonianza degli studenti Grešner Institute, che hanno dichiarato che Don X. li ha visitati regolarmente!

Sul letto di morte, Don Piccoli nega che le suore non sapessero cosa stesse succedendo lì
“Sono venute in chiesa con i bambini per la confessione. Andarono nel confessionale e llp trovarono il prete che era già eccitato. Se solo tu avessi potuto vederlo (ride). Ricordo una storia divertente. C’era un ragazzo che amava molto coccolare le persone. Quando venne da me un giorno, faceva molto freddo, così gli dissi di venire nella mia stanza. Gli ho chiesto di mostrarmi il suo membro e lo ha fatto subito senza problemi. Completamente volontariamente. Beh, non ne potevo più, l’ho preso e l’ho fatto. Penso che gli sia piaciuto.

Per Don Piccoli, quello che ha fatto non era troppo peccaminoso … Ha iniziato a spiegare liberamente come vedeva la cosa.
Io credo che quando un uomo lo fa con un altro uomo è uno scherzo. Non c’è nulla di peccaminoso in proposito. Ma se una donna appare in tutto questo, è più pericoloso. Perché cos’è il peccato? Sta giocando con il male, sta prendendo piacere nel comunicare con il male. Ma se fai qualcosa per necessità, come in questi casi, è un po ‘uno scherzo. Alcuni hanno una dipendenza da alcol, altri fumano e altri lo fanno. Hai bisogno di qualsiasi altro. Senti la necessità di scaricare e farlo. E se qualcuno ha sentito che era peccato, si confessò e fu perdonato da Dio

fonte https://notizielibere24.com/2019/01/03/a-verona-un-bisogno-come-qualsiasi-altro-il-prete-morente-ha-confessato-con-un-sorriso-che-ha-abusato-dei-bambini/?utm_source=Tony&fbclid=IwAR1jX8cE8k_INoctkwNeMCxTDqHu6H8tUr8p36uV146qArrizup01m6MPQQ

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *