Sea Watch, la docente di diritto della navigazione: “La nave doveva andare in Olanda”

Loading...
loading...
loading...

“Sea Watch? Doveva andare in Olanda”

È ancora accesa la questione Sea Watch, dopo la pronuncia della Corte di Strasburgo. Infatti la discussione riguarda soprattutto la responsabilità dell’Olanda, in quanto la Ong Sea Watch, ferma a Siracusa, batte bandiera olandese. Da ciò vi è chi ritiene che spetterebbe all’Olanda, e non all’Italia, prendersi carico degli immigrati che vi viaggiavano.

Il parere della docente di diritto della navigazione
Elda Turco Bulgherini, esperta di diritto internazionale e docente di Diritto della Navigazione presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma, ha detto la sua a La7.

Loading...

“L’obbligo di salvare in mare una nave in difficoltà è antico e millenario. Poi ha avuto uno sviluppo consuetudinario, che è stato recepito da molte convenzioni internazionali. Chi decide, però, il porto sicuro non è assolutamente il comandante della nave” ha commentato la docente.

“In realtà, la Sea Watch non solo non è andata in Tunisia, ma ha dirottato verso Malta, senza neppure fermarsi o chiedere alla stessa Malta, preferendo andare direttamente verso l’Italia. Questo è accaduto evidentemente per decisione del comandante, il quale ha disatteso le indicazioni che il Centro di Responsabilità SAR del Paese, cioè della Libia, gli aveva fornito”.

“In mare vale la legge della bandiera”
“A chi fanno riferimento i migranti che si trovano su una nave? Laddove non c’è giurisdizione di nessuno Stato, ovvero nelle acque internazionali, vale solo la legge della bandiera. Quindi, chi sale sulla nave nelle acque internazionali è sottoposto all’ordinamento giuridico del Paese dove la nave è registrata”.

La docente fa riferimento al fatto che l’Olanda ha rifiutato di accogliere gli immigrati, rigettando ogni responsabilità per una Ong che batte bandiera olandese.

fonte https://www.newnotizie.it/2019/01/30/sea-watch-la-docente-di-diritto-della-navigazione-la-nave-doveva-andare-in-olanda/?fbclid=IwAR0y4fAHRsUGGHHruUfSyW82vcngR3vEbesIcUtfGBFfD4AmvXKd8Qro99o

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *