Esponente islamico: ‘Le donne e bambine non musulmane si possono stup*are’

Loading...
loading...
loading...

Il giovane imam Hocine Drouiche, nato in Algeria, gestisce una piccola comunità musulmana a Nîmes, che si incontra nel “Centro islamico della Fratellanza”. La sua posizione contro il terrorismo è netta, e la definisce come “islamica” piuttosto che musulmana. Inoltre è in favore di una riforma dell’Islam, cosa che lo ha reso una delle figure più controverse in Francia, soprattutto tra gli appartenenti alla stessa sua religione.*

L’intervista all’imam francese
Drouiche ha usato parole molto dure contro una parte dei fedeli #musulmani, specialmente contro chi professa la Jihad: “Sono un imam e il mio dovere è di dare un segnale di avvertimento: c’è un Islam politico, che rappresenta un pericolo, soprattutto per noi musulmani.

Loading...

Non possiamo più guardare dall’altra parte e continuare a sostenere che il terrorismo non ha nulla a che fare con la nostra religione. Se le società europee aprono la porta all’estremismo, sarà molto difficile chiuderla”. Parole che per noi italiani e occidentali potrebbero sembrare arrivare da un politico o da un cattolico ad esempio, mentre si tratta proprio di un Imam. Per il religioso ci sono addirittura università [VIDEO], come Al Azhar, che insegnano elementi di diritto musulmano dove le #donne e i bambini non di fede islamica devono essere considerati come bottino di guerra, fruibili come oggetti e merce di scambio. Parole coraggiose le sue, e tutt’altro che generiche, anzi: “Suad Salih è un volto femminile molto noto all’università di teologia Al Azhar in Egitto, ha dichiarato che le donne del nemico possono essere utilizzate dai musulmani in guerra per il loro piacere in quanto ciò è autorizzato dall’Islam” dice Drouiche, confermando la fonte: “Anche se è coperto e autorizzato dalla sharia, questa pratica si può definire chiaramente come #stupro autorizzato“.

L’anarchia nel mondo islamico
Il problema di fondo di questa religione è che non esiste un capo della dottrina, riconosciuto da tutti i fedeli; ogni gruppo musulmano fa capo al suo Imam e segue ciò che gli viene raccontato e propinato come giusto. Dunque non esistendo un’autorità superiore che può bollare queste affermazioni come lontane dalla fede, i jihadisti continuano a professare queste tesi. Anzi, purtroppo, sono di solito molte poche le persone [VIDEO] che contestano le interpretazioni coraniche dell’università di Al Azhar; ultimamente ad averle sfidate sono stati i terroristi dell’Isis e di Al Qaeda per giustificare i lori attacchi terroristici e massacri.

FONTE https://www.tg24-ore.com/2019/01/29/esponente-islamico-le-donne-e-bambine-non-musulmane-si-possono-stupare/amp/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *