Di Battista Risponde A Berlusconi: Smettila Di Rompere Le Palle, Altrimenti…

Loading...
loading...
loading...

Alla fine gli ha risposto. Parliamo di Alessandro Di Battista. Il destinatario della sua eloquente risposta è Silvio Berlusconi: “Smettila di rompere le palle!!”. Durante il tour ‘A tutta Sicilia’ il rappresentante del M5S si rivolge così al pubblico presente:” Ora mi dispiace abbassare questo discorso per dare un messaggio a.. a Berlusconi!” Stranamente come sente il nome del cavaliere, il pubblico scoppia in una spontanea risata, il che non è buon segno per chi è ancora convinto di poter scompigliare le carte intervenendo e alleandosi a destra e a manca, del voto in Sicilia, vero viatico per le prossime elezioni politiche nazionali. Voto che ricordiamo, vede il partito del Movimento 5 Stelle in vantaggio, nonostante le accozzaglie sia a destra che a sinistra.
Prosegue Di Battista:”Però ci tengo. Presidente Berlusconi, con il massimo rispetto, lei sta facendo il giro delle sette chiese televisive, facendo interviste, parlando di me e Luigi Di Maio ogni giorno.” Con un pizzico di ironia e il sorriso sulle labbra, coinvolge il pubblico con un “Io mai avrei pensato che Berlusconi un giorno avrebbe parlato di me”. Risate. Prosegue:” Noi la rispettiamo come politico e come imprenditore, ma ogni giorno dice che il M5S è pericoloso, perché metterà la tassa patrimoniale, perché metterà la tassa di successione…ora io con il massimo rispetto istituzionale dico: presidente Berlusconi quand’è che la smetterà di dire caжжate?” Applausi e risate.
“Non metteremo nessuna tassa ne patrimoniale ne di successione e non ne abbiamo mai parlato, anche perché trovo quest’ultima iniqua e ingiusta. Però se continuerà a rompere cosi tanto le palle a questa forza politica, metteremo un’unica tassa, quella sul suo patrimonio!! Ci consenta”.

Loading...

fonte https://notizieinmovimentonews.blogspot.com/2018/12/di-battista-risponde-berlusconi.html?fbclid=IwAR1V5YB9c8AZG4yyissmw4khxAgmU-I6GyQluF2LJyJ3y1AeKldu1DIsop4

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *