La “coscia rossa” Alba Parietti contro Salvini: “Io non riesco a dire prima gli italiani”. E non avevamo dubbi

Loading...
loading...

loading...

Alba Parietti, divenuta famosa prima per le “cosce rosse” e poi per il suo cervello (più o meno), intervenuta ai microfoni della trasmissione di Rai Radio2 “I Lunatici”, si scaglia contro il decreto sicurezza e afferma: “io non riesco a dire prima gli italiani”. Da donna di sinistra non avevamo dubbi, per la gentaglia rossa vengono prima gli immigrati.

Alba Parietti in principio ha parlato delle primarie del Partito Democratico: “Non ho le idee chiarissime. Finalmente c’è anche una donna tra i candidati e la cosa non mi dispiace. Ne servirebbero di più in questo momento. Bisognerebbe cambiare radicalmente la faccia della sinistra ripartendo dalle donne. La presenza di una donna potrebbe essere determinante, nel Pd ci sono troppe poche donne, il partito deve dare una svolta alla propria identità, non può riproporre sempre uomini e sempre le stesse facce senza proporre una identità nuova e forte”.

Loading...

Successivamente la showgirl ha voluto affrontare il delicato tema della differenza di trattamento tra uomo e donna in Italia, affermando: “C’è una differenza enorme, è inutile che ce lo nascondiamo. Basta vedere che le figure femminili nella politica sono tutte legate a una figura carismatica maschile. Mi viene in mente il termine ‘cortigiana’. So che è brutto, ma è quello che mi viene. Invece le donne hanno una grande capacità di essere leader. Non sono meno preparate e meno capaci degli uomini”.

Proseguendo nel suo intervento Alba Parietti ha commentato anche il dibattito sull’immigrazione, asserendo: “Sono sempre più convinta che se noi cercassimo di integrare con studi e scuole queste persone, potrebbero esserci molto utili. Per me le persone sono persone, io non riesco a dire prima gli italiani, prima viene l’umanità. Chi vive in situazioni di indigenza e ha bisogno. Meglio aver fatto un gesto di eccessiva generosità verso chi non se lo meritava, che evitare di aver dato una speranza. Ad esempio, ci sono un sacco di persone che vivono un brutto Natale perché magari non hanno neanche i soldi per fare la spesa. Allora preferisco privarmi di un regalo inutile che faccio, che so, alle mie amiche, per dare dei soldi in beneficenza. Voglio lanciare questo appello, a Natale evitiamo regali inutili e doniamo un sorriso a chi non se lo aspetta. Invece di spendere soldi per doni che tanto sono destinati a non essere usati mai, regaliamo qualcosa a chi ne ha veramente bisogno”.

fonte https://www.riscattonazionale.org/2018/12/05/la-coscia-rossa-alba-parietti-contro-salvini-io-non-riesco-a-dire-prima-gli-italiani-e-non-avevamo-dubbi/

 

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *