L’italiana di colore respinta al colloquio di lavoro? Una bufala di Corriere e Repubblica! Così è stata facilmente smascherata da una giornalista vera

Loading...
loading...

loading...

di Laura Tecce de Il Giornale (da Facebook)

Loading...

“Sono sicura che gli scrupolosi colleghi del Corriere, di Repubblica e di tutti i tg che hanno riportato la notizia abbiano fatto le verifiche del caso che sto facendo io prima di sbattere il “mostro” razzista in prima pagina. Mostro che in questo caso non ha nome e cognomeperché la ragazza che dice di non essere stata presa a lavorare non ha fornito né il nome del ristorante (il colloquio è avvenuto per strada…) né del ristoratore. Ho contattato Judith Romanello per chiederle di fornirmi il numero di telefono di questo signore, almeno quello dovrebbe averlo visto che ci ha parlato. Sono in attesa. Sapete com’è… A me hanno insegnato a fare verifiche incrociate e a perseguire la verità oltre ogni ragionevole dubbio prima di pubblicare qualcosa. Senza prove né fonti anche io potrei postare un bel video in cui accuso un signor X di avermi discriminato o molestato. Eh già perché sulla bacheca della ragazza ci sono anche accuse di stupro non dimostrate e altre accuse verso datori di lavoro non meglio identificati. Tutte cose gravi. Se dimostrate e dimostrabili”. Così Laura Tecce. Una notizia, peraltro, sparata a reti unificate senza che ci sia un brandello di verifica di un nome o del ristorante. A fiuto, sembra un altro caso “Uovo razzista”. E si sa come è andata a finire.

fonte : http://www.mag24.es/2018/10/07/litaliana-di-colore-respinta-al-colloquio-di-lavoro-una-bufala-di-corriere-e-repubblica-cosi-e-stata-facilmente-smascherata-da-una-giornalista-vera/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *