Il trucchetto del Pd per arricchire i potenti

Loading...
loading...

loading...

Loading...

E anche i sindacalisti li hanno sistemati per bene ! Il Pd ha avuto a cuore gli interessi dei potenti e hanno accantonato i cittadini . Il trucchetto è semplice: con la legge 564 del 1996, dell’ex Ministro Treu (PD). La Legge 564, quella che da ai sindacalisti pensioni d’oro dopo un mese di lavoro.La base per il calcolo della pensione dei sindacalisti è costituita soltanto dall’ultimo mese di stipendio percepito. In questo modo per un sindacalista è sufficiente lavorare pochi mesi, o anche uno soltanto, magari facendosi riconoscere uno stipendio alto, per poi avere accesso per il resto della vita ad una pensione calcolata come se quello stipendio fosse stato percepito per tutta la vita lavorativa. Ma dal momento che in realtà così non è, l’intera pensione del sindacalista pesa sulle spalle dell’Inps, e quindi dei cittadini.Ma chi è Treu ,il genio di questo ladrocinio ? Nel 2001 viene eletto al Senato nel collegio uninominale di Venezia-Mestre, confluisce nella Margherita ed è membro della XI Commissione Lavoro, previdenza sociale.Nel 2006 viene rieletto senatore per la Margherita in Veneto, e sarà membro del gruppo dell’Ulivo e presidente della suddetta Commissione parlamentare.Nel 2008 viene rieletto senatore per il PD in Lombardia. Dal 2013 è componente del CNEL .Il 30 settembre 2014 viene proposto dal governo Renzi quale commissario straordinario dell’INPS, con l’importante incarico di completare la incorporazione di INPDAP in INPS e consolidare la transizione al modello previdenziale universale dal modello previdenziale corporativo fascista.A seguito della riforma Monti del sistema pensionistico obbligatorio l’INPS era arrivato a gestire quasi il 50% della spesa pubblica. Erano ancora al di fuori dell’INPS le 15 casse del D.Lgs. 509/1994 e le 7 casse del D.Lgs. 103/1996 che insieme gestivano appena 8 miliardi di euro di entrate annue. Il 30 settembre 2014 è nominato dal Governo Renzi nuovo Commissario dell’INPS in sostituzione di Vittorio Conti, l’incarico è durato fino al 24 dicembre 2014, quando è stato sostituito da Tito Boeri. Il 5 maggio 2017 è nominato dal governo di Paolo Gentiloni presidente del CNEL (Ente che il M5S vorrebbe eliminare) . Dal Web L. Minnozzi

fonte : https://www.5stellenews.com/il-trucchetto-del-pd-per-arricchire-i-potenti/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *