Espellere 500mila clandestini costa 50 volte meno che mantenerli in hotel

Loading...
loading...

 

 

loading...
Espellere 500mila clandestini costa 50 volte meno che mantenerli in hotel
Giancarlo Giorgetti ha avuto modo anche di parlare del caso della nave Diciotti. Ammette che c’è stato qualche problema con la Guardia Costiera e poi passa a commentare alcune affermazioni di Matteo Salvini. “I 500mila respingimenti promessi da Salvini? – rinfaccia Giorgetti -. L’ha sparata grossa. Mi accontenterei che non arrivassero più. Se è un pericolo che la gente si stanchi dal continuo rilanciare? Sì lo è. Ma Salvini ha un intuito pazzesco. E sa tararsi sul sentimento e sulla pancia dell’elettorato e quando sentirà, frenerà”. Qualcuno – non Salvini – pare non comprenda la situazione. In Italia ci sono circa 500-600mila clandestini. Quanto impiegheremmo a rimpatriarli? Beh, utilizzando gli aerei militari da trasporto non troppo tempo. L’Italia possiede 22 C-130. In teoria, se ci fosse la volontà, ogni viaggio potrebbe trasferire lontano dall’Italia ben 2.200 clandestini. Con un solo viaggio a settimana, si potrebbero espellere più di 114mila clandestini in solo 1 anno: 560mila nel giro di una sola legislatura. E questo esclusi gli altri aerei civili che il governo potrebbe noleggiare. Il costo per ora di volo si aggira sui 6/7mila euro compresa la manutenzione. Tenendo conto che mediamente parliamo di 10 ore di volo tra andata e ritorno (ad esempio la Nigeria), il costo totale dell’espulsione ogni anno di 114mila clandestini ci costerebbe solo 80 milioni di euro. Una bazzecola rispetto ai 5 miliardi di euro che spendiamo per tenerli in hotel.Ovviamente non è così semplice, ci vogliono accordi con i Paesi di provenienza, ma anche questo problema è superabile con un iniziale spostamento dei clandestini in un Paese terzo – metodo israeliano – e, oltretutto, con tutti i fondi che versiamo agli Stati africani – sia direttamente che attraverso le rimesse dei loro immigrati regolari -, potremmo minacciarli di blocco trasferimenti in caso si rifiutino di riprendersi i loro clandestini. Insomma, per eliminare dal territorio nazionale i vari Oseghale spenderemmo solo 500 milioni di euro in una legislatura rispetto ai 25 miliardi di euro che servirebbero nei prossimi 5 anni per ospitare in hotel gli attuali 200mila ospiti (che sono la parte più semplice del mezzo milione da espellere perché già sappiamo dove sono: basterebbe andarli a prendere e portarli al primo aeroporto militare). Le coop rimarrebbero a bocca asciutta e i nostri aerei militari servirebbero finalmente a proteggere le frontiere invece di andare a fare guerre inutili al servizio di Washington.

Loading...

fonte : http://www.telegiornale.news/2018/08/31/espellere-500mila-clandestini-costa-50-volte-meno-che-mantenerli-in-hotel/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *