“Vorrei farmi inc*lare da un immigrato per protesta davanti a…” Salvini, l’ennesima provocazione della Nappi

Loading...
loading...

loading...

Sicuramente non dev’essere bello per il Ministro dell’Interno leggere queste provocazioni. Qualche mese fa, la pornostar Valentina Nappi gliene ha dette di tutti i colori

Nappi le provocazioni a Salvini

Più volte la pornostar Valentina Nappi,  è intervenuta provocando Matteo Salvini,sopratutto sulla questione migranti. Il suo parere ha provocato più volte contestazioni e polemiche sui social tra i follower del vicepremier.

La pornostar ha gridato ai quattro venti sui social non molto tempo fa:

“Vorrei farmi inc…re da un immigrato, possibilmente nero, davanti a un manifesto di Forza Nuova contro l’immigrazione”.

Loading...

L’attacco non è diretto al vicepremier leghista, come l’ultimo che parlava di un’eventuale preferenza all’infibulazione piuttosto che ad avere rapporti sessuale col vicepremier.

Le confessioni della Nappi su Salvini a La Zanzara

Al programma di Radio 24 La Zanzara, la pornostar ha confessato come la pensa su Matteo Salvini e del suo modo di fare politica:

“Crea odio tra gli italiani. Io vorrei l’africanizzazione dell’Italia. E comunque sono loro che fanno una vita di merda, gli immigrati, non noi”.

Ovviamente alla domanda celebre: Ti porteresti a letto il Ministro dell’Interno, la pornostar ha risposto con molta classe:

“No, piuttosto non sco** più. Piuttosto mi faccio tagliare il clitoride e me lo faccio cucire, mi faccio infibulare. Non mi piace utilizzare politicamente la fi**, ma in questo caso sì”.

Sicuramente non mancherà di esprimersi ancora sull’argomento. In fondo, lei è una pornostar atipica: ama dire la sua sulle questioni di politica. Magari un giorno la vedremo lavorare proprio in quest’altro campo!

FONTE:http://www.trullalla.com/2018/08/16/vorrei-farmi-inclare-da-un-immigrato-per-protesta-davanti-a-salvini-lennesima-provocazione-della-nappi/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *