Forte, altruista e sorridente: chi era Saman Gunan, il militare eroe morto per i ragazzi in Thailandia

Loading...
loading...

loading...

Chiang Mai (Thailandia) – Saman Gunan aveva preso le ferie per andare a salvare i giovani rinchiusi nella grotta.

«Andiamo a riportarli a casa», aveva annunciato prima di prendere l’aereo. Ma lui, ex incursore dei Navy Seals thailandesi, che prestava servizio come volontario

ha perso conoscenza ed è morto nella notte tra giovedì e venerdì scorso, a soli 38 anni. Ne parla Fabio Polese in un bellissimo articolo apparso su Panorama

Loading...

Stava cercando di tornare all’uscita dopo aver posizionato alcune bombole di ossigeno in una cavità della caverna che fa da base intermedia prima del tratto finale del tortuoso tragitto. Non ce l’ha fatta. È riuscito solo a tirare il cavo di emergenza, per avvertire che qualcosa non stava andando secondo i piani.

Quando i suoi compagni lo hanno raggiunto, hanno provato a rianimarlo, ma ormai era troppo tardi.

La dinamica del suo decesso non è ancora chiara: forse ha esaurito l’ossigeno, oppure la bombola era difettosa. Gunan, raccontano i suoi amici ed ex compagni, era addestrato e molto preparato.

Appassionato di corsa e ciclismo, si era congedato – continuando sempre a partecipare ad azioni militari – e dal 2006 lavorava come addetto alla sicurezza dell’aeroporto di Bangkok Suvarnabhumi. Era arrivato nel nord del Paese, insieme a tantissimi altri volontari, per mettere a disposizione la propria esperienza e professionalità.

FONTE : http://www.sostenitori.info/saman-gunan-thailandia/313631

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *