“Non siamo qui per lavorare”: 24 migranti non si presentano per la pulizia dei sentieri. Ira del sindaco di Zone

Loading...
loading...

loading...

BRESCIA – Finti profughi fankazzisti ospitati a spese degli italiani a Zone, in provincia di Brescia, non si presentano per la pulizia dei sentieri come accordato con l’amministrazione e i volontari. Sindaco indignato scrive al prefetto.

Loading...

Nessuno dei 24 profughi ospiti a Zone ha l’altro ieri accettato di dare una mano a pulire il sentiero che corre attorno alle piramidi d’erosione. E così il sindaco Marco Zatti, molto arrabbiato perché molto deluso, ha prima scritto una lettera al prefetto di Brescia Annunziato Vardè e poi ha preso pala, piccone e rastrello e se ne è andato lui stesso a sistemare il percorso più frequentato del paese. Ad aiutarlo, due volontari suoi concittadini: Alessio Marchetti, 18 anni, studente, e Andrea Sina, in mobilità sino al marzo scorso e ora in attesa di andare in pensione. «DAL 24 GIUGNO al primo luglio illuminiamo le piramidi d’erosione- racconta il sindaco Zatti-. In preparazione di questo evento, la scorsa settimana ho incontrato i richiedenti protezione internazionale domandando loro di rendersi disponibili a collaborare. Lì per lì mi han chiesto tempo per pensarci.

FONTE:http://riscattonazionale.org/2018/06/17/non-siamo-qui-per-lavorare-24-migranti-non-si-presentano-per-la-pulizia-dei-sentieri-ira-del-sindaco-di-zone/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *