Poliziotto tra i migranti svela tutta la verità: “chi guadagna, la scabbia e la tubercolosi…” FACCIAMOLO SAPERE A TUTTI

Daniele Contucci, poliziotto per 27 anni, si è occupato dell’emergenza immigrazione dal 2011 ed ora si trova in convalescenza in un ospedale militare.

L’agente è responsabile di una denuncia dall’impatto altisonante, nella quale ha esplicitato la realtà celata dietro l’accoglienza migranti.

Durante un’intervista a Il Giornale ha spiegato: “Nel 2010 sono stato trasferito in una Task Force altamente specializzata in materia di immigrazione denominata Unità Rapida Intervento (Uri)”.*

“La Uri è stata prima demansionata e poi chiusa. Le mie denunce davano così fastidio che sono stato parcheggiato in ufficio ad inserire nominativi in una banca dati, postazione dove era praticamente impossibile riscontrare anomalie”.

loading...

Guadagnano tutti sul fenomeno. “Ogni richiedente asilo ha un costo al giorno per lo Stato di 35 euro, il Cara di Mineo durante il periodo in cui lavoravo ne ospitava quasi 4.000, provate a moltiplicare questa cifra per un anno e troverete la risposta”.

Oltre alla mafia anche le Ong“Parallelamente alle operazioni di soccorso ufficiali, ci sono altri salvataggi. Le organizzazioni di volontariato si spingono fino alle coste libiche incentivando così le partenze e alimentando le organizzazioni criminali. Questo non è umanitarismo ma speculazione“.

Svela poi le condizioni di salute dei richiedenti asilo: scabbia e tubercolosi che mettono a serio rischio la polizia italiana che lavora a stretto contatto con loro.

Attualmente, dopo le denunce, si trova abbandonato dalla Polizia si Stato, dai sindacati e dal governo.

 

Fonte:https://adessobasta.org/2017/08/07/poliziotto-migranti-svela-tutta-la-verita-guadagna-la-scabbia-la-tubercolosi/

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *