FORNERO IN DIRETTA: “SAPETE PERCHE’ HANNO VINTO DI MAIO E SALVINI?. LO SCHIAFFO AGLI ANZIANI….FACCIAMOLO SAPERE A TUUTTI

Loading...
loading...

loading...

Elezioni 2018, Elsa Fornero rivela perché hanno vinto Di Maio e Salvini: “Gli anziani…”

Intervistata dal programma di politica Agorà, Elsa Fornero ha voluto dire la sua sulle ultime elezioni. La ministra ha usato parole decisamente forti contro gli italiani:

“CI SONO ITALIANI CHE STANNO MALE, QUESTO È INDUBBIO”.

Elsa Fornero, dopo la schiacciante vittoria alle elezioni di M5s e della Lega, non è riuscita a nascondere la sua delusione.

L’ex ministra del Welfare, la stessa che ha dato il via alla più volte citata e criticata riforma delle pensioni firmata da Monti (che causò diversi problemi agli esodati), aveva pubblicamente manifestato il suo appoggio per la lista +Europa di Emma Bonino, che però – come abbiamo potuto notare- ha avuto un vero e proprio insuccesso su tutta la linea.

Un puro caso? Secondo la Fornero c’è una ragione per cui le elezioni hanno preso questa piega. La ministra crede che non sia possibile interpretare il voto “anti-sistema” che ha premiato Luigi Di Maio e Matteo Salvini, come una protesta a voce grossa contro i partiti del rigore e dell’europeismo spinto.*

L’eredità sociale ereditata dai professori e da 5 anni di Pd al Governo, non è da attribuire a suo cario e nemmeno ai suoi colleghi. La ministra precisa:

Loading...

“LA POVERTÀ STA CRESCENDO ED È DIFFICILE DA ACCETTARE CHE STA CRESCENDO TRA LE FAMIGLIE GIOVANI, CHE DOVREBBERO RILANCIARE IL PAESE. LA POVERTÀ È MOLTO MENO DIFFUSA TRA GLI ANZIANI CHE TRA I GIOVANI. I NOSTRI PROBLEMI NON NASCONO DAL 2011 NÉ DAL 2008, MA SONO STRUTTURALI”.

Quindi il risultato delle elezioni, è lo specchio dei bisogni della società attuale. Infatti, la ministra conclude:

“È EVIDENTE CHE CI SIANO MOLTE FAMIGLIE CHE STANNO MALE. LA POVERTÀ STA CRESCENDO, SOPRATTUTTO TRA LE FAMIGLIE GIOVANI”.

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *