“TROPPA APPRENSIONE E’ SOLO BRONCHITE”Asia, morta a 3 anni. La mamma: “Me l’hanno uccisa, voglio giustizia”…FACCIAMOLO SAPERE A TUTTI

Loading...
loading...

loading...

«Mia figlia è stata uccisa. Voglio giustizia e voglio che chi l’aveva in cura venga radiato dall’albo dei Medici».

Lo ha detto Maria Ciervo, mamma di Asia Bosco, la bimba di Giugliano in Campania (Napoli), morta a 3 anni e mezzo, il 4 ottobre del 2014, per una diagnosi di tumore giunta troppo tardi.

Oggi, nel Tribunale di Napoli Nord, ad Aversa (Caserta), i genitori della piccola – assistiti dall’avvocato Libera Cesino e dalla criminologa Antonella Formicola – saranno ascoltati dai magistrati. Imputati nel processo sono Angelo Coronella,*

medico pediatra e neonatologo, e sua moglie, Ersilia Pignata. Quest’ultima, secondo l’accusa, esercitava la professione di pediatra malgrado fosse una maestra di musica. Sono accusati, tra l’altro, di omicidio colposo.

Prima dell’udienza, all’esterno del Tribunale, è stato inscenato un corteo, aperto dallo striscione «Giustizia per Asia e per Patrizia»:

Leggi anche:  Cliente di banca derubato dal vigilante

in testa al corteo i genitori di Asia e anche di Patrizia, un’altra bambina morta in circostanze analoghe. «Asia stava male, io li contattavo e mi lamentavo,

Loading...

ma loro mi dicevano che ero troppo apprensiva, che si trattava di una bronchite», racconta ancora Maria Ciervo, mamma di Asia. «Invece era un tumore – prosegue la donna – che poi le è stato diagnosticato nell’ospedale Santobono di Napoli».

Da quel momento in poi è iniziato un altro calvario: «Hanno cercato di salvarla ma non c’è stato niente da fare. Era troppo tardi. Il tumore l’hanno trovato l’11 settembre del 2013.

Abbiamo iniziato la chemioterapia ma il 4 ottobre del 2014 Asia ci ha lasciati, aveva appena tre anni e mezzo».

Leggi anche:  Acido dal balcone contro bimbo rom

«Non sono stati in grado di giungere alla giusta diagnosi di tumore – dice l’avvocato della famiglia Bosco Libera Cesino – che avrebbe consentito di curare tempestivamente Asia e molto probabilmente di salvarle la vita visto che la neoplasia di cui era affetta, secondo alcuni periti, se presa in tempo può guarire nell’80% dei casi».

«La cosa grave – sottolinea l’avvocato – è che hanno continuato a esercitare la professione malgrado i provvedimenti cautelari». «La mamma di Asia – ricorda l’avvocato Cesino – portò la piccola nel centro di Casal di Principe (Caserta)

e malgrado fosse sotto sequestro, i medici la fecero entrare da un ingresso di servizio per visitarla comunque». La coppia, infatti, risponde anche di violazione dei sigilli.

FONTE:http://www.sostenitori.info/asia-morta-a-3-anni-la-mamma-asia-bosco/307668

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *