Sindaco Pd elogia ciò che ha fatto Mussolini in 20 anni. Ora è ne guai, i suoi colleghi lo deprimono

Loading...
loading...

loading...

Maurizio Sguanci, presidente del quartiere 1 di Firenze, nonché esponente del Partito Democratico, ha pubblicato un post su facebook dove elogiava Benito Mussolini.

Da tale commento si è aperta una guerra. I suoi compagni si sono scagliati contro di lui. Sguanci aveva scritto un commento sotto un post di un’amico dove dichiarava:

“Fatto salvo che Mussolini è la persona più lontano da me e dal mio modo di pensare, nessuno in questo Paese ha fatto, in quattro lustri, quello che ha fatto lui in vent’anni. E purtroppo a dircelo è la storia”.*

Loading...

Inoltre, parlando sempre di Mussolini, aggiunge: “fatte salve tutte le peggiori nefandezze, fece anche: la riforma industriale, la riforma del lavoro, la riforma dei salari, introdusse la tredicesima,

la riforma delle pensioni, della scuola, la riforma agraria, l’edilizia sociale, le varie bonifiche, rinnovato le linee ferroviarie. Eretto università, istituti agrari, scuole di guerra aeree e navali e tante altre cose”.

Su liberoquotidiano continuiamo a leggere:

Puntuali sono arrivati i commenti inviperiti di conoscenti e militanti: “Mussolini ha bloccato lo sviluppo economico del Paese…”,

irrompe un commento: “Ha eliminato il sindacato per introdurre quella macchietta che erano le corporazioni… la pena di morte”.

Per Sguanci ormai la sentenza era stata già scritta. Inutili da parte sua i chiarimenti ad amici e addirittura all’Ansa:

“Io sono antifascista – ha dovuto ribadire – Mussolini fu un criminale” ha ripetuto ancora come se non fosse stato chiaro la prima volta. Evidentemente no, ormai per tutti nel Pd Sguanci è un “fascista”, anche se qualcuno lo ha più semplicemente definito: “Bischero”.

fonte :https://adessobasta.org/2018/01/15/1sindaco-pd-elogia-cio-mussolini-20-anni-ora-ne-guai-suoi-colleghi-lo-deprimono/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *