Finti universitari, terroristi veri: tunisini preparavano attentati coi soldi nostri

Loading...
loading...

loading...

I carabinieri del Ros hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale del Riesame di Torino nei confronti dei cittadini tunisini Nafaa Afli (27 anni), Bilel Mejri (26 anni), Marwen Ben Saad (31 anni), ritenuti gravemente indiziati del reato di associazione finalizzata al terrorismo internazionale. Il provvedimento restrittivo scaturisce dagli elementi raccolti nell’ambito delle attività condotte dal Ros dei carabinieri nell’ambito di una indagine convenzionalmente denominata Taliban e coordinata dalla Procura della Repubblica torinese.*

Loading...

I tre tunisini con documenti falsi intascavano anche la borsa di studio
Nel contesto delle attività di prevenzione e contrasto del fenomeno dei cosiddetti foreign fighters e lone wolves, nell’autunno del 2015 era stato individuato un gruppo di cittadini tunisini giunti a Torino richiedendo un permesso di soggiorno per motivi di studio, iscrivendosi presso questa Università e rilasciando attestazioni non veritiere pur di ottenere titolo sia all’iscrizione, sia alla relativa borsa di studio. Gli stessi, sia pur regolarmente iscritti e fruitori di borsa di studio che azzerava la contribuzione universitaria, se da una parte non avevano mai frequentato le lezioni o sostenuto esami del proprio corso di laurea, dall’altra erano dotati di profili Facebook i cui contenuti ne avevano fatto sospettare sin dall’inizio la vicinanza ad ambienti caratterizzati da ideologia dei gruppi terroristici di matrice islamista. Anzi, nel caso di Nafaa Afli e Wael Labidi, tali contenuti erano chiaramente inneggianti allo Stato Islamico.

fonte : http://www.italia24h.info/2018/02/28/finti-universitari-terroristi-veri-tunisini-preparavano-attentati-coi-soldi-nostri/
loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *