“Le sigarette elettroniche possono danneggiare il Dna, rischio malattie cardiache e tumori”

Loading...
loading...

loading...

Una verità shoccante quella venuta fuori di recente: le sigarette elettroniche non sono innocue, possono danneggiare il Dna e provocare malattie e tumori

Si pensa che per non avere problemi di salute, sia meglio optare per le sigarette elettroniche. Eppure, anche queste ultime non sono esenti da effetti collaterali. Le sigarette elettroniche, infatti, possono addirittura danneggiare il Dna, aumentando il rischio di malattie cardiache e di tumori ai polmoni e alla vescica.*

A rendere questa sconcertante verità nota, una ricerca della New York University, condotto su topi e su cellule umane. Gli esperti, anche alla luce dei risultati, sono divisi: alcuni di essi ritengono ancora che  le e-gig un’alternativa valida al fumo di sigaretta.

Come si legge sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze (Pnas), il gruppo guidato da Moon-shong Tang ha visto in laboratorio che le sigarette elettroniche avevano effetti simili a quelli visti sul Dna dei topi anche nelle cellule umane di polmoni e vescica, se esposte alla nicotina e a un prodotto carcinogeno derivato dalla nicotina, l’nnk (chetone nicotina-derivato della nitrosammina).

Loading...

A quanto pare, è proprio nelle cellule che si è rilevato anche un maggior tasso di mutazione e trasformazione in cellule tumorali. Questo significa che il fumo della sigaretta elettronica non è così innocuo come si crede. Gerry Melino, biologo molecolare dell’università di Roma Tor Vergata sostiene, infatti, dichiara:

“Modifica la struttura del Dna e la sua capacità di ripararsi. Non è stata dimostrata una cancerogenesi vera e propria, ma si è visto che il fumo delle e-cig altera alcune basi del Dna, in particolare la guanosina, in più organi: oltre che nei polmoni, molto sensibili al fumo, nella vescica e nel cuore”.

La sigaretta elettronica provoca anche la riduzione delle cellule umane impiegate nella riparazione dei danni del Dna. Una verità piuttosto allarmante.

Chiaramente, i danni potrebbero variare da persona a persone, anche in base al consumo di tabacco. Fabio Beatrice, otorinolaringoiatra dell’Università di Torino, ci tiene a precisare che, nonostante le recenti scoperte, le sigarette elettroniche producono sostanze nocive in misura di almeno il 95% inferiore rispetto al normale fumo da combustione dei prodotti del tabacco tradizionale. Pertanto, costituiscono l’alternativa più valida per i fumatori incalliti che le hanno provate tutte.

Ma queste sigarette non solo provocano malattie, hanno anche un altro effetto collaterale. Da circa un anno, infatti, queste sigarette sono al vaglio della Food and Drug Administration – l’agenzia Usa che regola i farmaci – per quanto riguarda il rischio esplosione delle loro batterie.

In conclusione, per l‘Fda non ci sono ancora prove tangibili e schiaccianti del fatto che le e-cig aiutino a limitare il rischio di malattie da tabacco rispetto alle tradizionali sigarette, piuttosto sembrano provocare danni non da poco.

FONTE : https://www.evernote.com/shard/s395/nl/170879007/bd2d8ae9-a3bd-465e-89a2-31e47b1660d0/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *