Si chiama Nadia Bouzekri, è una giovane marocchina di 24 anni.
Nadia è anche la leader dei giovani musulmani in Italia.

La giovane ha postato un video su Facebook per denunciare, a suo dire, dei maltrattamenti che avrebbe ricevuto durante i controlli in aeroporto, a Bergamo.
«Ai controlli mi viene chiesto di togliermi la giacca – dice la giovane in un video intitolato “Razzismo, ora basta” – ma sotto ero smanicata e ho chiesto all’addetta alla sicurezza, una donna, di poterla togliere in una stanza appartata».

Una addetta, sempre secondo la sua versione, l’avrebbe insultata e detto di tornarsene al suo paese.
«Io non avevo fatto niente, anzi avevo detto che mi sarei potuta togliere anche il velo se lo avessero ritenuto, ma non lì davanti a tutti. Lei ha continuato ad offendermi, a dirmi così impari a vestirti in questo modo».

Loading...

La versione fornita dalle autorità dell’aeroporto è comunque nettamente diversa.*

Ovviamente la sinistra non ha perso tempo nello schierarsi subito dalla parte della giovane islamica.
Staremo a vedere i giudici a chi daranno ragione.