Sindaco di Empoli minacciato dai cittadini perché accoglie immigrati!

Loading...
loading...

loading...

Non è uno scherzo, ma è quello che sta accadendo al sindaco di Empoli. Minacce e proiettili.

Il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, sotto continue minacce per aver accolto immigrati nel territorio. Ma qualcuno non accetta la sua decisione di solidarietà e così da qualche giorno, la Barnini, è sotto continui avvisi di vendetta.

Ma la Barnini non resta in silenzio e così in modo chiaro e diretto spiega la sua situazione, il momento che attualmente la vede protagonista, attraverso un post su Facebook.

Leggiamo cosa riporta Il Giornale:

Loading...

Ieri mi sono vista recapitare in comune una busta contenente questa pagina – scrive il primo cittadino sulla sua pagina social – È un articolo pubblicato sul Tirreno domenica scorsa. Qualcuno lo ha fotocopiato, ha aggiunto una svastica ed una minaccia di morte e attaccato sopra alla pagina due proiettili“.

Nella lettera minacciosa si legge: “Serva di Mugnaini, Multicons e corrotta, preferisci i negri ai tuoi cittadini. Ti ammazziamo“. La replica della Barnini è senza appello e punta contro “la nuova destra fascista, il populismo xenofobo, le forze politiche che seminano odio e rancore“.*

Dietro al gesto di un soggetto che ha pensato di mandarmi questo messaggio c’è tutto questo – dice il sindaco -Non è solo una questione di responsabilità individuale, non si dica che è solo un matto. C’è un sistema che incoraggia e sostiene queste idee e cerca di trarne consenso elettorale. Non è accettabile!

Il sindaco, però, lancia forti accuse, generalizzando sul sistema elettorale in corso in questi giorni. Così si definisce antifascista replicando di non aver paura di nessuno e che sarà sempre pronta a difendere la sua città con onore.

FONTE:https://adessobasta.org/2018/01/20/sindaco-empoli-minacciato-dai-cittadini-perche-accoglie-immigrati1/

loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *