+++ ULTIM’ORA BOMBA +++ LA BOSCHI SARÀ DENUNCIATA DAL SUO STESSO SINDACO! GUARDATE COSA STA SUCCEDENDO E FATELO SAPERE A TUTTI!

Warning: sizeof(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /customers/f/1/2/informazionelibera.agency/httpd.www/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 824 Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /customers/f/1/2/informazionelibera.agency/httpd.www/wp-content/plugins/ad-injection/ad-injection.php on line 831
Loading...
loading...

loading...

Una causa contro Maria Elena Boschi. È quello che ha annunciato il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli. Il motivo? La sottosegretaria del governo di Paolo Gentiloni e suo padre Pier Luigi Boschi avrebbero leso la reputazione della città aretina e quella dei suoi cittadini sia a livello nazionale che internazionale. Un’accusa che il primo cittadino toscano ha lanciato durante un’intervista rilasciata a Klaus Davidurante il programma KlausCondicio in onda su youtube. Secondo l’esponente di Forza Italia ci sarebbe una perizia di un centro media specializzato ad attestare che l’impatto della vicenda Etruria avrebbe procurato un ritorno d’immagine negativo di milioni di euro per la città.*
“Non sono in grado di dare cifre – dice a Klaus Davi Ghinelli – ma sono mesi che, del tutto immeritatamente, il brand Arezzo, sulla stampa italiana e internazionale, nei telegiornali della Cnn, sulla tv tedesca, sui giornali francesi, spagnoli perfino cinesi, viene associato alle vicende della famiglia Boschi, a storie di presunte truffe dei risparmiatori e manipolazioni. Per questo riteniamo l’atto un segnale anche verso i cittadini infangati internazionalmente dalla Boschi e dalla sua famiglia senza aver fatto assolutamente nulla per meritarlo. Il ricavato della causa lo destinerò totalmente al ristoro dei cittadini che hanno perso tutto con l’azzeramento di Banca Etruria“.
fonte : http://notizieinmovimentonews.blogspot.it/2018/01/ultim-bomba-la-boschi-denunciata-dal.html
loading...
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *